Raduno congiunto Umbria – Friuli Venezia Giulia – Marche.

Raduno congiunto Umbria, Friuli-Venezia Giulia e Marche Nella mattinata di domenica 11 aprile si è tenuto un incontro tecnico tra i Comitati Regionali Arbitri del Friuli-Venezia Giulia, Marche e Umbria, riservato agli Arbitri degli organici di Eccellenza e Promozione. A dirigere i lavori il Responsabile del Settore Tecnico arbitrale Matteo Trefoloni, coadiuvato dai Vice Marco Ivaldi, Riccardo Tozzi, Domenico Celi e dai Responsabili di modulo Vincenzo Meli (Formazione) e Valentina Garoffolo (Talent&Mentor). “Benvenuti, è un piacere trovare qui quasi 150 persone a parlare di Regolamento e far didattica – ha detto Trefoloni in apertura dei llavori. – Vi ringrazio tutti della partecipazione, in particolar modo lo staff del Settore Tecnico collegato e il Componente del Comitato Nazionale Luca Marconi”. Marconi ha salutato la platea:

RADUNO PLAY-OFF

I campionati sono terminati e si entra nella fase più delicata per tutti gli sportivi: quella dei Play Off / Play Out. Molte società vedranno la propria stagione decidersi in un dentro-fuori senza possibilità di replica, ed è per questo motivo che anche la squadra arbitrale necessiterà della massima attenzione e concentrazione. E' proprio questo il concetto che hanno voluto trasmettere il Presidente del C.R.A. Umbria Luca Ciancaleoni e tutta la sua commissione a tutti gli arbitri ed assistenti convocati al raduno, che si è svolto nella giornata di venerdì 3 maggio presso la struttura federale di Prepo. In mattinata sono state effettuate le canoniche prove atletiche e tecniche per arbitri e assistenti. Nel pomeriggio si è passato a rifinire tutti quei dettagli

L’UMBRIA OSPITA IL RADUNO CAI

Sabato 6 aprile 2019 il C.R.A. Umbria ha avuto il piacere oltre che l'orgoglio di ospitare il raduno C.A.I. riservato ad arbitri ed osservatori della macroarea del centro Italia. I lavori si sono svolti all'interno dell'Auditorium della L.N.D. a Perugia, proprio a fianco della sede dello stesso C.R.A. Umbria. La giornata ha mantenuto un ritmo sempre serrato, così come ha voluto il responsabile della commissione Andrea Gervasoni. Se da una parte la commissione ha sottolineato l'immenso lavoro che sta cercando di fare per portare i propri arbitri ad un livello sempre più alto, dall'altro ha poi puntualizzato che per raggiungere l'obiettivo è necessario che la stessa generosità venga espressa dagli arbitri in campo. E' stata posta grande attenzione all'aspetto comportamentale e tecnico, senza